Come installare un condizionatore

Come installare un condizionatore

Con l'arrivo dell'estate le temperature diventano roventi e anche in casa l'afa diventa insopportabile, per questo è sempre utile acquistare un condizionatore e godere di una piacevole frescura. Se soffri il caldo, in questo articolo ti forniremo tutte le informazioni necessarie per poterlo installare, anche se non è un'operazione così semplice come si pensa.

Il condizionatore: caratteristiche principali

Un condizionatore per poter rinfrescare o riscaldare gli ambienti in maniera ottimale deve essere in grado di ottimizzare i consumi e allo stesso tempo di essere efficiente e funzionale, senza dimenticare il design e la facilità di utilizzo.

La maggior parte dei condizionatori impiegano la tecnologia inverter: sono in grado di ottimizzare i consumi in base alla temperatura percepita nell'ambiente, così da ridurre gli sprechi di energia.

Tra gli aspetti da considerare per l'acquisto di un condizionatore è la sua rumorosità, visto che dovrà essere usato anche nelle ore notturne, quindi assicuratevi che questo parametro sia molto basso e che vi sia una funzione speciale da attivare quando si sta riposando.

I modelli di condizionatori in commercio devono possedere obbligatoriamente il bollino che attesti la classe di efficienza energetica; i migliori sono sicuramente quelli di classe A++ e A+++ che vi garantiscono bassi consumi e ottime prestazioni.

Per quanto riguarda invece le altre caratteristiche del condizionatore, ti consigliamo sempre di leggere attentamente l'etichetta e di verificare quali sono i valori SEER (Indice di prestazione in freddo) e SCOP (indice di prestazione in caldo); questi due valori nei migliori condizionatori sono sempre molto alti e vi garantiscono un alto rendimento.

Easy Tech è in grado di rispondere con soluzioni mirate ad ogni esigenza per i diversi settori. Contattaci per ricevere maggiori informazioni in merito senza alcun tipo di impegno!

Caricamento del gas nei condizionatori

Dopo aver individuato il modello giusto di condizionatore per poter procedere all'installazione è opportuno sottolineare che questi apparecchi vengono alimentati a gas e che dopo diversi utilizzi è sempre necessario ricaricarlo.

Il gas presente nei condizionatori serve per eseguire lo scambio termico negli ambienti, in questo modo si riesce a generare aria calda o fresca a seconda delle necessità. A partire dal 2015, il gas refrigerante R22 è stato bandito e non può essere più utilizzato per la sua nocività nei confronti dell'ambiente ed è stato sostituito dal gas R32, una sostanza meno inquinante, poco infiammabile e molto efficiente dal punto di vista energetico.

Se hai intenzione di installare un condizionatore devi anche sapere che se non viene fissato correttamente potresti causare una perdita di gas ed essere costretto a ricaricarlo con frequenza. In alcuni casi, se l'ambiente non viene più refrigerato è possibile che l'impianto di climatizzazione sia completamente scarico e che è necessario ricaricarlo immediatamente.

Per poter ricaricare il gas ti basterà seguire le istruzioni presenti sul manuale fornito dal produttore, anche se ti consigliamo di affidarti ad un tecnico specializzato, visto che un impianto scarico non è una situazione che si presenta spesso e molto probabilmente può esserci una perdita o un malfunzionamento dell'apparecchio.

Come installare il condizionatore: dove posizionare l'unità esterna

Durante l'installazione del condizionatore, una delle fasi più importanti e delicate è la collocazione dell'unità esterna, l'elemento considerato come il cuore pulsante di tutto l'impianto. Installare l'unità esterna del condizionatore non è un'operazione da prendere alla leggera, visto che da questi dipende il corretto funzionamento di tutto l'impianto.

Per poter installare correttamente l'unità esterna è fondamentale evitare di collocarlo in particolari zone: 

  • non collocare in luoghi chiusi e angusti;
  • evitare balconi stretti e se sono recintati con muri in cemento e non ringhiere;
  • non montare l'unità a ridosso del soffitto o del muro;
  • non coprire l'unità con oggetti, piante o vasi;
  • non installarlo in luoghi difficili da raggiungere per evitare disagi se è necessario operare la manutenzione ordinaria.

Dopo averti segnalato come non installare l'unità esterna, vediamo quali sono le zone e le condizioni per poterla collocare correttamente e assicurare il funzionamento dell'impianto. L'unità esterna deve essere posta in aree dove le ventole non sono ostruite e possono garantire la corretta circolazione dell'aria.

L'unità esterna deve essere installata in una zona accessibile per la manutenzione ordinaria e straordinaria. Se vuoi collocare correttamente l'unita esterna, vi sono alcune misure da rispettare: installare l'unità almeno 10 cm lontano dal muro o dal soffitto per consentire la circolazione dell'aria e collocarla ad almeno 50-60 cm lontani da muri, ringhiere o altri impedimenti che possano ostruire il passaggio dell'aria.

Se vuoi coprire l'unità esterna puoi scegliere di acquistare un copri-condizionatore, ma assicurati che non copra le ventole, quindi privilegia un'intelaiatura in ferro o in legno.

Quali tubazioni utilizzare per il condizionatore

Per poter consentire il corretto funzionamento tra l'unità esterna e i componenti interni è necessario collegare l'impianto con delle apposite tubazioni. Per poter conoscere quali sono le tubazioni da utilizzare per l'alimentazione e la condensa è necessario verificare sul manuale di istruzioni fornito dal produttore; ecco le specifiche per i tubi da installare: diametro, lunghezza, tipologia e lunghezza di splittaggio.

I tubi da installare per un impianto di climatizzazione devono essere a norma di legge, quindi devono resistere alla propagazione di fiamma, al calore anomalo, allo schiacciamento. In generale si collocano dei tubi in rame corrugati e indeformabili e abbinati ad una guaina per lo scarico della condensa.

In aggiunta alle tubazioni è anche necessario acquistare una cassetta di predisposizione scarico condensa, solitamente presente nei kit per l'installazione dei climatizzatori. Posizionare le tubazioni per collegare l'impianto di climatizzazione non è semplice e deve essere fatto con precisione, quindi è meglio chiedere ad un tecnico specializzato.

Impianto elettrico per il condizionatore

Per consentire il corretto funzionamento del condizionatore è necessario collegare l'apparecchio al sistema di alimentazione, una fase delicata e complessa da eseguire con precisione. Come per le tubazioni, anche i cavi elettrici devono rispettare le norme di legge in materia, quindi devono essere isolanti (schiuma di plastica termoresistente).

Sempre nel libretto di istruzioni troverai tutte le informazioni circa il diametro e la lunghezza dei cavi elettrici da installare, visto che tali componenti devono essere proporzionati alla grandezza dell'impianto.

I collegamenti dell'impianto elettrico devono essere eseguiti come previsto dallo schema elettrico di riferimento presente sul manuale, altrimenti il condizionatore non si accenderà e dovrai subito rifare l'impianto. Un collegamento non eseguito alla perfezione potrebbe causare gravi guasti anche dopo diversi utilizzi.

Evitare il fai da te

Installare un condizionatore, come abbiamo spiegato nell'articolo non è un'operazione così semplice come si possa pensare, visto che è necessario eseguire alcune fasi ben specifiche: installare l'unità esterna e quella interna, collegare l'impianto elettrico, predisporre le tubazioni per il corretto funzionamento, ecc.

Se non hai installato in precedenza un condizionatore o non hai le competenze tecniche necessarie, per evitare danni o problemi di funzionamento ti consigliamo di affidarti sempre ad un tecnico specializzato, in grado di eseguire il lavoro alla perfezione e in breve tempo. 

In conclusione, affidarsi ad un manuale di istruzioni e all'improvvisazione non è mai la scelta giusta, visto che installare un condizionatore è un'operazione complessa e anche pericolosa, visto che si è a stretto contatto con l'impianto elettrico.

Chiedere l'aiuto di un tecnico specializzato significa avere la sicurezza di avere un condizionatore perfettamente funzionante ed efficiente, fin dalla prima installazione, inoltre in caso di problemi avrete sempre qualcuno da chiamare per effettuare la manutenzione o riparare un eventuale guasto.